ICD 10 - Classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione

ALTRE MALATTIE MADRE RELATIVE TRA GRAVIDANZA E GRAVIDANZA (O20-O29)

Nota. Le sezioni O24.- e O25 includono le seguenti condizioni, anche se si sono verificate durante il parto o nel periodo postpartum.

Esclusi: cure materne dovute a condizioni fetali, cavità amniotica e possibili difficoltà di parto ( O30-O48 ) malattie materne classificate altrove ma che complicano la gravidanza, il parto e il puerperio (O98-O99)

O20 Sanguinamento all'inizio della gravidanza

Escluso: gravidanza con esito abortivo ( O00-O08 )

O21 Eccessivo vomito di donne in gravidanza

O22 complicanze venose durante la gravidanza

Escluso: embolia polmonare ostetrica ( O88.- ) condizioni elencate come complicazione :. gravidanza abortiva, ectopica o molare (O00-O07, O08.7 ). parto e il periodo post parto ( O87.- )

O23 Infezione del tratto urinario in gravidanza

O24 Diabete mellito in gravidanza

Incluso: durante il travaglio e durante il puerperio

O25 Malnutrizione in gravidanza

Insufficienza di nutrizione durante il parto e nel puerperio

O26 Assistenza materna in relazione ad altre condizioni associate principalmente alla gravidanza

O28 Anomalie rilevate nell'esame materno prenatale

Esclusi: i risultati di studi diagnostici classificati altrove nell'assistenza medica della madre in relazione alle condizioni del feto, della cavità amniotica e delle possibili difficoltà di consegna ( O30-O48 )

O29 Complicazioni associate all'anestesia durante la gravidanza

Sono inclusi: complicazioni nella madre causate da anestesia generale o locale, uso di antidolorifici o sedativi durante la gravidanza. Escluse: complicazioni associate all'anestesia durante: gravidanza abortiva, ectopica o molare ( O00-O08 ). manodopera e consegna ( O74.- ). periodo post parto ( O89.- )

Cerca in MKB-10

Cerca per testo:

Cerca per codice ICD 10:

Ricerca alfabetica

In Russia, la Classificazione Internazionale delle Malattie della 10a revisione ( ICD-10 ) è stata adottata come un documento normativo unico per tenere conto dell'incidenza, le ragioni per cui la popolazione deve rivolgersi alle strutture mediche di tutti i reparti, le cause del decesso.

L'ICD-10 è stato introdotto nella pratica dell'assistenza sanitaria in tutto il RF nel 1999 dall'ordine del Ministero della Sanità della Russia del 27.05.97. №170

Il rilascio della nuova revisione ( ICD-11 ) è previsto per il 2017.