ICD 10 - Classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione

Malattie infettive e parassitarie della madre, classificate altrove, ma che complicano la gravidanza, il parto e il puerperio (O98)

Sono incluse: le condizioni elencate che complicano la gravidanza, appesantite dalla gravidanza o da un'indicazione per cure ostetriche Se necessario, viene utilizzato un codice aggiuntivo (classe I) per identificare una particolare condizione. Escluso: stato asintomatico dell'infezione con virus dell'immunodeficienza umana [HIV] ( Z21 ) virus dell'immunodeficienza umana [HIV] ( B20-B24 ) conferma di laboratorio del trasporto del virus dell'immunodeficienza umana [HIV] ( R75 ) tetano ostetrico ( A34 ) postpartum: . infezione ( O86.- ). casi di sepsi ( O85 ) quando il trattamento medico di una madre è dovuto alla sua malattia, che è chiaramente o presumibilmente interessata dal feto (O35-O36)

O98.0 Tubercolosi che complica la gravidanza, il parto o il puerperio

Stati classificati A15-A19

O98.1 La sifilide ha complicato la gravidanza, il parto o il puerperio

Gli stati classificati sotto A50-A53

O98.2 Gonorrea che complica la gravidanza, il parto o il puerperio

Gli stati classificati sotto la A54

O98.3 Altre infezioni a trasmissione sessuale che complicano la gravidanza, il parto o il puerperio

Stati classificati sotto la A55-A64

O98.4 Epatite virale che complica la gravidanza, il parto o il puerperio

Gli stati classificati sotto B15-B19

O98.5 Altre malattie virali che complicano la gravidanza, il parto o il puerperio

Gli stati classificati in A80-B09, B25-B34

O98.6 Infezioni da protozoi che complicano la gravidanza, il parto o il puerperio

Stati classificati sotto la B50-B64

O98.8 Altre malattie infettive e parassitarie della madre che complicano la gravidanza, il parto o il puerperio

O98.9 Malattie infettive e parassitarie della madre che complicano la gravidanza, il parto o il puerperio, non specificato

Cerca in MKB-10

Cerca per testo:

Cerca per codice ICD 10:

Ricerca alfabetica

In Russia, la Classificazione Internazionale delle Malattie della 10a revisione ( ICD-10 ) è stata adottata come un documento normativo unico per tenere conto dell'incidenza, le ragioni per cui la popolazione deve rivolgersi alle strutture mediche di tutti i reparti, le cause del decesso.

L'ICD-10 è stato introdotto nella pratica dell'assistenza sanitaria in tutto il RF nel 1999 dall'ordine del Ministero della Sanità della Russia del 27.05.97. №170

Il rilascio della nuova revisione ( ICD-11 ) è previsto per il 2017.