ICD 10 - Classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione

Infezioni intestinali (A00-A09)

A00 colera

A01 Typhus e paratifo

A02 Altre infezioni da salmonella

Incluso: infezione (o intossicazione alimentare) causata da Salmonella di qualsiasi sierotipo diverso da S.typhi e S.paratyphi

A03 Shigellosi

A04 Altre infezioni intestinali batteriche

Non comprende:

  • intossicazione alimentare batterica ( A05.- )
  • enterite da tubercolosi ( A18.3 )

A05 Altro intossicazione alimentare batterica

Non comprende:

  • infezione causata da Escherichia coli ( A04.0 - A04.4 )
  • listeriosi ( A32.- )
  • Avvelenamento da cibo e infezione da Salmonella ( A02.- )
  • Effetto tossico di prodotti alimentari tossici (T61-T62)

A06 Amebiasis

Incluso: infezione causata da Entamoeba histolytica

Esclusi: altre malattie intestinali dei protozoi ( A07.- )

A07 Altre malattie intestinali da protozoi

A08 Virali e altre infezioni intestinali specificate

Escluso: influenza con coinvolgimento del tratto gastrointestinale ( J10.8 , J11.8 )

A09 Diarrea e gastroenterite di origine presumibilmente contagiosa

Nota. Nei paesi in cui le diagnosi elencate in A09, se non specificate, possono essere considerate malattie non infettive, queste condizioni dovrebbero essere classificate in K52.9

Qatar intestinale [intestinale]

Colite (BDU, emorragico, settico)

Enterite (DBU, emorragico, settico)

Gastroenterite (BDU, emorragico, settico)

diarrea:

  • * BDU
  • * dissenteria
  • * epidemia

Diarrea infettiva

Non comprende:

  • causato da batteri, protozoi, virus e altri agenti infettivi specificati (A00-A08)
  • diarrea non infettiva ( K52.9 )

Cerca in MKB-10

Cerca per testo:

Cerca per codice ICD 10:

Ricerca alfabetica

In Russia, la Classificazione Internazionale delle Malattie della 10a revisione ( ICD-10 ) è stata adottata come un documento normativo unico per tenere conto dell'incidenza, le ragioni per cui la popolazione deve rivolgersi alle strutture mediche di tutti i reparti, le cause del decesso.

L'ICD-10 è stato introdotto nella pratica dell'assistenza sanitaria in tutto il RF nel 1999 dall'ordine del Ministero della Sanità della Russia del 27.05.97. №170

Il rilascio della nuova revisione ( ICD-11 ) è previsto per il 2017.