ICD 10 - Classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione

DISTURBI EMOTIVI E COMPORTAMENTI COMPORTAMENTALI, INIZIALMENTE IN FAVORE DELL'INFANZIA E DELL'ADOLESCENZA (F90-F98)

F90 Disturbi ipercinetici

Un gruppo di disturbi caratterizzati da esordio precoce (di solito nei primi cinque anni di vita), mancanza di persistenza in attività che richiedono concentrazione mentale e tendenza a saltare da un caso all'altro senza portarli a termine. Allo stesso tempo, si nota un'attività non organizzata, non regolamentata e eccessiva. Potrebbero essere aggiunte anche altre violazioni. I bambini con disturbi ipercinetici sono spesso disperati e impulsivi, suscettibili di incidenti e punizioni disciplinari a causa di violazioni non rispettate delle regole, prima che realizzino il loro comportamento ribelle. Il loro rapporto con gli adulti è spesso socialmente disinibito, senza la solita previdenza e moderazione. Non amano l'amore degli altri bambini e potrebbero ritrovarsi isolati. L'insufficienza delle funzioni cognitive è comune e ritardi specifici nello sviluppo motorio e del linguaggio sono sproporzionatamente frequenti. Le complicazioni secondarie includono comportamento dissociale e bassa autostima. Esclusi: disturbi d'ansia ( F41.- ) disturbi dell'umore (affettivo) ( F30-F39 ) disturbi generali dello sviluppo psicologico ( F84.- ) schizofrenia ( F20.- )

F91 Disturbi del comportamento

Disturbi caratterizzati da schemi ripetitivi e resistenti di comportamento asociale, aggressivo o provocatorio. Tale comportamento potrebbe essere considerato come la più alta manifestazione di disturbi sociali legati all'età, tuttavia potrebbe essere più grave della normale disobbedienza infantile o dell'indisciplina adolescenziale, e durare un tempo considerevole (6 mesi o più). I tratti di questo disturbo comportamentale possono anche essere sintomi di altri stati mentali, e in questo caso la preferenza dovrebbe essere data alla diagnosi di base. Esempi del comportamento su cui si basa la diagnosi includono eccessivo pugnacismo e assurdità, crudeltà verso altre persone e animali, gravi danni materiali, incendio doloso, furti, costante menzogna, saltare attività scolastiche e fuggire da casa, di solito frequenti e gravi scoppi d'irritazione, la disobbedienza. La presenza di una qualsiasi delle caratteristiche di cui sopra, se è chiaramente espressa, è sufficiente per fare una diagnosi, ma certe azioni dissociate non possono servire come base per questo. Esclusi: disturbi dell'umore [affettivo] ( F30-F39 ) disturbi comportamentali dello sviluppo ( F84.- ) schizofrenia ( F20.- ) associati a :. disturbi emotivi ( F92.- ). disturbi ipercinetici ( F90.1 )

F92 Disturbi comportamentali ed emotivi misti

Un gruppo di disturbi caratterizzati da una combinazione di comportamento aggressivo persistente, dissociale o provocatorio con marcata depressione, ansia o altri disturbi emotivi. Queste condizioni devono soddisfare i criteri per i disturbi comportamentali dell'infanzia ( F91.- ), i disturbi emotivi nell'infanzia ( F93.- ), i disordini nevrotici di tipo adulto ( F40-F48 ) oi disturbi dell'umore ( F30-F39 ).

F93 Disturbi emotivi, la cui comparsa è specifica per l'infanzia

È piuttosto un'espressione esagerata delle solite tendenze di sviluppo, oltre all'anomalia qualitativa delle deviazioni stesse. La proprietà del periodo di sviluppo è una caratteristica diagnostica chiave nella differenziazione di questi disturbi emotivi, di solito a partire dall'infanzia, da disturbi nevrotici ( F40-F48 ). Esclusi: disturbi comportamentali ( F92.- )

F94 Disturbi del funzionamento sociale, il cui inizio è caratteristico dell'infanzia e dell'adolescenza

In una certa misura, un gruppo eterogeneo di disturbi, la cui caratteristica comune sono le deviazioni nel funzionamento sociale; questi disturbi si verificano durante il periodo di crescita e di sviluppo, ma, contrariamente ai disturbi dello sviluppo generale, non sono caratterizzati principalmente da una disabilità o difetto sociale evidentemente organico, che copre tutte le aree di attività. In molti casi, gravi perversioni o privazioni relative all'ambiente svolgono un ruolo decisivo nell'eziologia di questi disturbi.

F95 Tiki

Sindromi, la cui espressione principale sono alcune forme di tic. Un segno di spunta è un movimento involontario, rapido, ripetitivo, irregolare (che di solito coinvolge un gruppo limitato di muscoli) o un suono della voce che appare improvvisamente e non ha uno scopo specifico. Le zecche tendono ad essere vissute come insormontabili, ma di solito possono essere soppresse per vari periodi di tempo. Le zecche peggiorano con lo stress e scompaiono durante il sonno. Tic motori ordinari semplici includono lampeggiante, convulsivo spasmi del collo, alzando le spalle e faccia smorfie. I semplici tic vocali includono tosse, sospiri, sbuffi, fischi. I comuni tic motori complessi includono tratti da soli, rimbalzando, saltando su una gamba. I complessi tic tac sono la ripetizione di parole specifiche e talvolta l'uso di parole socialmente inaccettabili (spesso oscene) (coprolalia) e la ripetizione dei propri suoni o parole (palilalia).

F98 Altri disturbi emotivi e disturbi comportamentali che iniziano di solito nell'infanzia e nell'adolescenza

Un gruppo eterogeneo di disturbi che hanno una caratteristica comune è l'inizio nell'infanzia, ma, d'altra parte, sono diversi sotto molti aspetti. Alcune di queste sono sindromi definite con precisione, altre non sono altro che complessi di sintomi che richiedono l'inclusione in questa rubrica a causa della loro frequenza e associazione con i problemi psicosociali e perché non possono essere combinati con altre sindromi. Esclusi: attacchi di trattenimento del respiro ( R06.8 ) disturbo dell'identità sessuale nell'infanzia ( F64.2 ) Sindrome di Klein-Levin ( G47.8 ) Disturbo ossessivo-compulsivo ( F42.- ) Disturbi del sonno dovuti a cause emotive ( F51.- )

Cerca in MKB-10

Cerca per testo:

Cerca per codice ICD 10:

Ricerca alfabetica

In Russia, la Classificazione Internazionale delle Malattie della 10a revisione ( ICD-10 ) è stata adottata come un documento normativo unico per tenere conto dell'incidenza, le ragioni per cui la popolazione deve rivolgersi alle strutture mediche di tutti i reparti, le cause del decesso.

L'ICD-10 è stato introdotto nella pratica dell'assistenza sanitaria in tutto il RF nel 1999 dall'ordine del Ministero della Sanità della Russia del 27.05.97. №170

Il rilascio della nuova revisione ( ICD-11 ) è previsto per il 2017.